Archivio Tag: bellezza

Giulia De Lellis, il safari in Africa è h0t: la foto fa il pieno di like

Saranno i 28 gradi della Tanzania dove Giulia De Lellis, ex del Gf Vip, è in vacanza con il suo amato Andrea Damante.

cats

Fatto sta che l’ultima foto pubblicata su Instagram è davvero bella e, neanche a dirlo, ha fatto il pieno di like. Giulia che sta facendo un safari, tra le foto di cammelli e paesaggi,  condivide uno scatto super : coperta solo da un micro bolerino bianco di pizzo che lascia intravedere un lato A perfetto. Per la gioia dei suoi fan. Un po’ meno, forse, del suo fidanzato.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/giulia-de-lellis-il-safari-in-africa-e-h0t-la-foto-fa-il-pieno-di-like/

Bella e profumata per tutto il giorno si può: ecco come

Si sta avvicinando la bella stagione e può capitare che, passando da un ambiente molto freddo a uno caldo, si possa sudare. Tuttavia a volte non avere un buon odore può dipendere da altri fattori, come l’alimentazione, oppure gli sbalzi ormonali e da molto altro. Quindi, prima di fasciarci la testa e mettere mano pesantentemente al nostro borsellino per svaligiare una profumeria, proviamo a capire cosa possiamo fare per eliminare o correggere il tiro e avere una pelle profumata naturalmente.

Bella e profumata per tutto il giorno si può: ecco come

Diciamocelo : la nostra pelle ha un suo odore naturale, che non è detto sia proprio bello talvolta.
Essere e sentirsi belle profumate però non è un miraggio per nessuno, quindi prima di alzare bandiera bianca o farsi prendere dal panico per la riunione imminente col capo o un incontro galante, proviamo a capire cosa possiamo fare per garantirci freschezza e buon odore più a lungo possibile.

Chi ben comincia: il mattino ha l’oro in bocca, dicevano le nostre nonne. Anche la doccia, aggiungerei. Sì perché di notte comunque si suda, perfino durante la stagione fredda, quindi chi di noi ha un odore particolarmente forte può far scivolare via il sudore e darsi una ventata di energia sotto una bella e rapida doccia mattutina. Naturalmente, la scelta del bagno schiuma o del detergente ha la sua importanza: meglio ricorrere a prodotti naturali e delicati che non stressino troppo la nostra epidermide. Non dimentichiamo inoltre di fare almeno due volte alla settimana uno scrub casalingo: eliminare le cellule morte favorendo il turn over cellulare permetterà alla pelle di respirare meglio e di detergersi accuratamente. Svegliamoci con brio!

Risultati immagini per Bellezza e profumeria

A voi la scelta: dopo la doccia, occorre completare la beauty routine con un deodorante. Quale scegliere? Tanto per cominciare, preferiamo quelli senza alcol, decisamente più delicati, e poi cerchiamo di capire quale profumazione ci starebbe meglio addosso. Non abbiamo tutti gli stessi gusti, ma non abbiamo nemmeno tutti le stesse reazioni alle fragranze: ecco perché bisogna avere la pazienza di provare su polsi o sul dorso delle mani il deodorante e decidere se ci sta bene o no. Il consiglio furbo? Se sudiamo molto durante il giorno, portiamoci in borsetta un piccolo deodorante roll-on da mettere circa ogni tre-quattro ore: risultato (e profumo) assicurato.

Risultati immagini per Bellezza donne

Mai senza: l’avvio di giornata è sempre piuttosto convulso: preparare i figli per la scuola, stendere il bucato avviato nella notte, prepararsi per correre a lavorare è una routine davvero complicata. Tuttavia per il nostro benessere e per essere certe di arrivare profumate fino a sera, completare la toilette del mattino con un po’ di crema corpo profumata e leggera sarà sicuramente una carta vincente che dovremmo giocarci con la sicurezza di aver fatto la cosa giusta. A prescindere dalle ascelle, tutta la nostra epidermide traspira durante il giorno e quindi stendere un velo di emulsione idratante e discretamente profumata, oltre che regalarci una sensazione di pelle setosa al tatto, sarà un valido aiuto per sentirci sicure di noi stesse. E se le estremità puzzano? Per evitare di aver un brutto odore dei piedi basta asciugarli molto bene prima di indossare i calzini e mettere nelle scarpe un po’ di talco profumato. Risultato garantito.

Partiamo dalla cima: anche i capelli possono avere un cattivo odore a causa del sebo in eccesso, dello smog, del fumo, del cibo. Se abbiamo capelli grassi che non hanno un buon odore, proviamo a lavarli più spesso, ma con shampoo non troppo aggressivi. Ogni quanto lavarli?

Risultati immagini per Bellezza e profumeria

Lavare i capelli troppo di frequente può stimolare la cute a produrre ancora più sebo e quindi ad avere un odore sgradevole. Il consiglio beauty? Possiamo provare a utilizzare uno shampoo a secco fatto in casa con l’amido di riso. Sarà sufficiente mettere in un barattolino un po’ di amido ed aggiungere tre gocce di un cantanteolio essenziale profumato e delicato come, ad esempio, quello alla lavanda. Massaggiare la polvere sulla cute e poi strofinare i capelli con un asciugamano sarà sufficiente per asciugare il sebo in eccesso e profumare anche la nostra chioma. Se poi vogliamo amplificare l’effetto, dopo la piega possiamo spruzzare in testa un po’ del nostro profumo preferito. Un vero must da non dimenticare mai.

Occhio alla dieta: siamo quello che mangiamo e nel caso dell’odore della nostra pelle questa affermazione non potrebbe essere più vera. I cibi estremamente grassi, così come i fritti, possono causare una sudorazione eccessiva e, di conseguenza, cattivo odore. Se vogliamo profumare tutto il giorno bisogna iniziare cambiando alimentazione, eliminando o diminuendo i cibi fritti, gli insaccati, i superalcolici e via discorrendo. Forme, e soprattutto profumo, salvati!

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/bella-e-profumata-per-tutto-il-giorno-si-puo-ecco-come/

Nadia Rinaldi torna sull’Isola ma cosa ha fatto al volto? Ecco il “dettaglio” che colpisce

Cosa ha fatto Nadia Rinaldi al viso? Ritornata sull’Isola dei Famosi, a tutti è apparso chiaro che qualcosa non quadra. Ecco cosa ha fatto al suo volto, il “dettaglio” che colpisce.
Eliminata e poi ripescata. Nadia Rinaldi è di nuovo una concorrente de L’Isola dei Famosi. Dopo essere rientrata in Italia, infatti, ha accettato la proposta della produzione di rimettersi in gioco ed è tornata in Honduras.

Risultati immagini per Nadia Rinaldi

Ora, l’attrice romana si trova sull’ “Isola che non c’è” insieme a Elena Morali, l’eliminata della scorsa puntata.

Nel rientrare in Honduras, però, questa volta Nadia sembra essere stata un po’ più attenta a curare la sua immagine. Il suo volto, da quando è tornata in gara, appare più luminoso e il suo sguardo più intenso.
Da regolamento, trucchi e prodotti di bellezza in generale sono vietati, quindi le donne del reality di Canale 5 le stanno escogitando tutte pur di apparire in gran forma.

Così, la Rinaldi, probabilmente non soddisfatta di come appariva in TV senza make up, ha deciso di affidarsi alle mani di un esperto. Per ovviare al problema sembra infatti che si sia fatta applicare delle extension alle ciglia, che ora appaiono più folte e lunghe rispetto alla sua prima partecipazione al programma.

Un espediente che aveva già sperimentato con successo proprio la sua attuale compagna d’avventura. La Morali, infatti, rispondendo a chi le chiedeva come potesse apparire sempre curata in volto, aveva spiegato in diretta di aver usato dei piccoli accorgimenti prima di prendere il volo per l’Honduras come il tatuaggio alle sopracciglia e un ritocchino alle ciglia.

Lo sguardo più intenso e luminoso aiuterà Nadia Rinaldi a conquistare il pubblico da casa? Per ora sembra funzionare visto che tutti gli altri naufraghi ripescati sono stati già eliminati definitivamente. Ora però, la sfida è solo tra lei ed Elena Morali. Insomma, una partita ad armi pari. Chi resisterà?

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/nadia-rinaldi-torna-sullisola-ma-cosa-ha-fatto-al-volto-ecco-il-dettaglio-che-colpisce/

Il trucco giusto per questo autunno-inverno

Le grandi maison della moda, come Dior, Valentino, Armani hanno suggerito i trend della moda e del trucco di questo autunno-inverno. Il decennio più rivisitato dagli stilisti è quello degli anni Quaranta, con i cappotti ampi, lunghi fino alla caviglia, i pantaloni larghi e le gonne longuette. Questo look, secondo il visagista delle dive Stefano Bongarzone, richiede un trucco vintage, con eyeliner sottile e un semplice velo di rossetto. Per i tessuti, tengono la scena i denim, il vinile trasparente, i materiali metallici. E anche il make-up si adegua sfumando nel metallico…

Risultati immagini per Il trucco

 

Questione di personalità!
Peter Philips, Direttore creativo di Dior, punta su fard, rossetti, ombretti luminosi e naturali, che devono sottolineare la personalità della donna e non provocare distrazioni. Lo stilista propone make-up con labbra e guance leggermente colorate, ciglia in primo piano modellate da mascara che regalano volume e una consistenza naturale. Sull’onda della semplicità si muove anche la collezione siglata Chanel, che suggerisce un trucco curato ed essenziale. Elemento chiave della collezione di questo autunno-inverno è la palette che contiene il correttore, l’illuminante e il fard. Obiettivo: consente di mostrare un viso fresco e radioso in ogni momento della giornata. Anche per Chanel lo sguardo è protagonista: il trucco mira a sottolineare l’occhio, allungandolo verso l’esterno e un leggero ombretto metallico ne enfatizza il fascino e l’intensità. In generale, in questa stagione è ancora colore di tendenza l’ombretto giallo abbinato all’eyeliner scuro. Questo make-up per gli occhi è particolarmente indicato per le donne stravaganti e un po’ eccentriche. Oltre al giallo mantengono posizione di primo piano il metallico bronzo e l’oro, che sono da preferire se ci si sente a proprio agio con la palpebra illuminata da colori freddi, come il grigio e l’argento. Anche in questi casi bisogna sempre usare il mascara.

Lo sguardo è protagonista
Il make-up in questa stagione passa dallo sguardo, che deve essere sicuro, ma anche dolce, ammorbidito da effetti luce e ombre un po’ disordinati. Chi ama gli ombretti metallici deve applicarli sulla palpebra superiore e nell’angolo interno dell’occhio. Questo effetto tende ad amplificare lo sguardo, a riflettere la luce e regalare fascino e bellezza. Non dimenticare mai che in abbinamento ai colori argento, bronzo e oro si possono applicare quelli opachi, per creare l’effetto banana. Una regola semplice da realizzare: ombreggiare l’occhio per ottenere un effetto scolpito e di apertura dello sguardo. Le romantiche possono miscelare sulle palpebre tonalità beige e creare effetti chiaro-scuro che andranno enfatizzati con il mascara. Le sopracciglia sono sempre ben pettinate, curate e armonizzate con tocchi di matita extrafine che ne riproducono con naturalezza la peluria.

E per le labbra?
Lucia Pica, stilista Chanel, propone colori vivaci e luminosi per equilibrare l’intensità dello sguardo: la gamma di nuance si estende dal beige naturale al rosso-marrone, passando per le tonalità effervescenti del corallo. Suggerimenti: su un viso dal make-up nude, applicare sulle labbra un rossetto liquido opaco rosso. Chi ama il trucco effetto-caldo, che riflette le tonalità del tramonto deve utilizzare rossetti dalle tonalità aranciate. Dior insiste sull’effetto naturale anche per quel che riguarda le labbra. I rossetti, infatti, riprendono con discrezione le nuance del rosa e del rosso, senza enfatizzazioni. La tendenza, in linea di massima, è quella di puntare su gloss-lucidi. Le maison cosmetiche e gli stilisti emergenti come Smith and Cult consigliano lip colorati a lunga tenuta: se nel corso della giornata si perde l’effetto lucido, rimane la parte pigmentata che dà colore alle labbra ravvivandole. Infine, una novità della stagione è quella di sfoggiare, per feste e occasioni importanti, labbra rosso-opaco dalle colorazioni sfaccettate. A questo proposito valgono i soliti classici consigli: chi ha labbra sottili, può puntare su rossetti e lip molto chiari; al contrario chi ha labbra carnose, dovrebbe puntare su un rossetto nude opaco. È sempre bene scegliere prodotti a lunga tenuta, resistenti all’acqua, che risultano freschi anche dopo otto ore, come se fossero stati appena applicati.

Sì al contouring
La tecnica inizia con l’attento studio del proprio viso allo specchio. Importante osservare come la luce naturale crea zone più chiare e più scure. Con una terra in polvere o in crema bisogna enfatizzare le zone d’ombra. Passo successivo: scegliere un illuminante per donare ulteriore radiosità ai punti luce. Dopo, sfumare al meglio i prodotti per dare senso di naturalezza a tutto il volto. Regole generali: se il viso è tondo, si consiglia di concentrare le zone d’ombre ai lati del viso e sotto il mento. In questo caso l’illuminante va applicato su fronte, naso, mento. Se il viso è ovale, la polvere luminosa va sfumata lungo le mascelle e ai lati del naso.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/il-trucco-giusto-per-questo-autunno-inverno/

Chiara Ferragni, gravidanza a rischio: “Il pancino non cresce, lo sviluppo di Leone indietro di 2 settimane”

Chiara Ferragni e Fedez preoccupati. L’influencer più famosa del mondo avrebbe un problema con la gravidanza, la placenta starebbe invecchiando e il pancino non sarebbe cresciuto abbastanza. A rivelarlo è proprio il rapper milanese, che nelle stories di Instagram spiega cosa sta succedendo: “Da un giorno all’altro sono cambiate le nostre priorità”.

3568973_1020_chiara_ferragni_gravidanza_problemi

“Sono state giornate un po’ tese, finalmente adesso va un po’ meglio. Purtroppo il pancino di Leone non stava crescendo abbastanza. Adesso Chiara si sta riposando ma va tutto bene. È veramente incredibile come un giorno con l’altro cambi la scala delle priorità della vita e ti faccia capire che forse avevi messo al primo posto cose che erano totalmente inutili. Quindi vi consiglio di godervi i momenti belli, non è facile farlo”, racconta il cantante.

E continua: “Praticamente la placenta sembrerebbe funzionare un po’ peggio, sembra stia invecchiando. Sembrerebbe un decorso fisiologico della placenta che porta il pancino di Leo a non crescere. In questo momento lo sviluppo è indietro di due settimane. C’è chi mi sta scrivendo che è Chiara che non riposa abbastanza e non mangia bene, purtroppo non è così o lo avremmo già risolto”.

Anche la futura mamma è intervenuta su Instagram, per spiegare la situazione: “Gli ultimi due giorni sono stati un turbinio. Mercoledì mattina abbiamo fatto l’ecografia di routine e il nostro ginecologo ha scoperto che il pancino di Leo non sta crescendo quanto dovrebbe. Forse perché la placenta sta invecchiando e non funziona correttamente. Sono stata messa a riposo. Devo davvero rilassarmi (ho dovuto cancellare tutti i restanti impegni qui) e ora devo fare delle visite due volte a settimana per essere sicura che Leoncino stia bene. Abbiamo fatto la prima oggi e i risultati sono molto migliorati, sta riposando e crescendo più forte. Grazie per il sostegno e mi scuso se i miei post non saranno esaltanti come al solito. Mi piacerebbe sentire le vostre storie. #LeoncinoMio”.

E Fedez conclude chiedendo un favore ai fan: “Scrivete soprattutto a Chiara in questi giorni, tenetele compagnia mi raccomando. È bello condividere questo genere di cose. Non tanto per farvi sapere i caz** nostri, ma è un modo per esorcizzare dei momenti no e per sfogare. Se qualcuno ha avuto un’esperienza simile scriveteci”.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/chiara-ferragni-gravidanza-a-rischio-il-pancino-non-cresce-lo-sviluppo-di-leone-indietro-di-2-settimane/

Belen in punta di piedi, scarpette e body da ballerina

Ha nel sangue il ritmo latinoamericano, ma Belen se la cava benissimo anche in punta di piedi. In uno sh00ting super bella la showgirl si muove in body e scarpette da ballerina e incanta con i suoi passi di danza. Piroetta, allunga le gambe, sorride con un pizzico di imbarazzo e rende lo spettacolo ancora più bello. E di spalle il suo fisico è perfetto.

C_2_fotogallery_3086166_3_image

Davanti all’obiettivo di Timur Emek la showgirl mette in mostra il suo fisico bellissimo volteggiando nell’immenso salone. Sempre pronta a mettersi in gioco, Belen abbandona per qualche ora salsa e merengue per “sposare” la danza classica. Con una mise alla “Flashdance” (con body e scaldamuscoli) la Rodriguez punta tutto sulle sue forme super toniche spiazzando ancora una volta i follower, tra i quali qualcuno fa notare che dietro tanta armonia ci sia l’impronta di Stefano De Martino, suo ex marito e ballerino professionista di Amici.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/belen-in-punta-di-piedi-scarpette-e-body-da-ballerina-2/

Freddo, freddissimo: ecco come proteggere le nostre mani

Guanti o non guanti il fatto è che il freddo prende di mira la nostra epidermide. Prenderci cura del nostro viso è ormai una buona consuetudine, ma anche le nostre estremità meritano altrettanta attenzione. Anzi, le mani, super esposte alle intemperie e al gelo, hanno bisogno di una protezione in più. Ecco allora qualche suggerimento per una beauty routine che ci restituisca una pelle liscia, sana e morbidissima.

Freddo, freddissimo: ecco come proteggere le nostre mani

Pulite sì, ma…: dopo una giornata trascorsa fuori casa, appena rientrate sentiamo la necessità di lavarci le mani con una bella insaponata per ritrovare la freschezza della pulizia. Tuttavia, quando fa freddo la pelle è secca e necessita di qualche attenzione in più. Il primo consiglio è quello di evitare una quantità eccessiva di sapone e piuttosto utilizzare semplice acqua tiepida. Detergenti troppo aggressivi infatti possono danneggiare l’epidermide. Il secondo suggerimento è stendere un po’ di olio vegetale sulle mani prima di lavarle: morbidezza e idratazione assicurate!

Belle naturalmente: un alleato insospettabile, ma assai prezioso, è l’olio di oliva. La pelle del viso e delle mani è la più esposta al freddo, ecco perché a fine giornata non dobbiamo dimenticare di massaggiare l’epidermide con l’olio per dare sollievo a screpolature e tagli. E’ sufficiente versare qualche cucchiaio di miele in una ciotola a cui aggiungere l’olio extravergine e un po’ di latte o yogurt in modo da ottenere un composto fluido, non troppo liquido. Oltre alle mani, questo impacco è utilissimo su tutto il corpo, dove possiamo utilizzarlo nei punti dove sentiamo più fastidio. Forse non tutte sappiamo che il miele è un antibiotico naturale e aiuta la guarigione dell’epidermide favorendo la cicatrizzazione.

Mai abbassare la guardia: tra le creme, è preferibile scegliere quelle composte da materie prime di qualità: un aiuto per la salute della nostra pelle e anche per quella dell’ambiente. Sì agli ingredienti naturali come burro di cocco e karitè, ricchi di proprietà e in grado di contrastare l’invecchiamento precoce, e all’olio di mandorle, ricco di vitamina E.

Il tocco magico: non tutti sanno che penetrando negli strati profondi, l’olio nutre e protegge la pelle. Ecco perché, prima di andare a dormire, sarebbe davvero indispensabile massaggiare le mani lentamente, facendo penetrare a fondo l’olio e riattivando la circolazione. Meglio sarebbe partire dalle punta delle dita arrivando su su fino al gomito. Per non ungere le lenzuola, si possono infilare un paio di guantini di cotone, un trattamento da spa in grado di dare sollievo alle mani arrossate e screpolate.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/freddo-freddissimo-ecco-come-proteggere-le-nostre-mani/

Sopracciglia: belle e curate in poche e semplici mosse

La moda le vuole ben disegnate e dalle proporzioni calibrate al viso: qui i suggerimenti per una sessione beauty fai-da-te.

Incorniciano gli occhi ed regalano equilibrio al volto: le sopracciglia sono ormai sotto i riflettori e sono diventate un elemento di bellezza di primissimo piano. Ecco qualche piccolo trucco per avere le sopracciglia belle e in ordine come farebbe l’estetista!

Adesso abbiamo (ri)scoperto che le sopracciglia ben disegnate, con proporzioni calibrate al volto, fanno la differenza. Nei social impazzano i tutorial e le ragazze ormai non ne possono fare più a meno… una vera addiction, insomma! Proviamo quindi a fare un po’ di chiarezza sui basic per avere delle sopracciglia bellissime (e sentirci un po’ come le star!)

Attrezzati: Per iniziare, occorrono ovviamente specchio, pinzetta e spazzolino per sopracciglia. Prima di tutto, occorre pettinare l’arco verso l’alto e ciò esce dal disegno, sia sopra che sotto, va tolto così da avere un arco deciso e pulito. Per facilitare lo sfoltimento, meglio eseguire l’operazione dopo un bagno caldo che dilata i pori, ricordiamoci sempre di strappare un pelo per volta e nella direzione di crescita. Se il dolore è insopportabile un cubetto di ghiaccio sarà sufficiente ad anestetizzare la parte da depilare.

Modella: La pinzetta è un’alleata e va utilizzata con attenzione: non pensate che si tratti del napalm nella foresta vietnamita! Ciò che conta è eliminare qualche peletto nella parte finale del sopracciglio al fine di creare un leggero rialzo che renda più aperto lo sguardo e più espressivo il volto. Il segreto per avere sopracciglia perfette è disegnarle senza modificare la loro forma naturale e per farlo, l’importante è seguire l’osso facciale dell’orbita dell’occhio.

Focalizza: Non sempre quel che sta bene alle modelle si adatta anche al nostro viso: focalizziamoci dunque sulla forma del nostro volto per intervenire con armonia. No agli archi spigolosi, che restituiscono un’espressione accigliata e induriscono il volto, ma anche alle sopracciglia troppo folte, che appesantiscono lo sguardo, così come a quelle troppo sottili, che invecchiano. Assolutamente da evitare le “sopracciglia piangenti”, cioè quelle all’ingiù perché intristiscono, e quelle molto arcuate che ci fanno sembrare un po’ spiritate e danno un’aria inquietante.
Va sempre tenuta ben pulita la parte tra le due radici, per dare apertura allo sguardo. Attenzione però a non distanziare troppo le sopracciglia: il rischio è di mettere in evidenza il naso e dare un aspetto innaturale al viso.

Trucca: Per riempire i vuoti dopo l’opera della pinzetta si può lavorare con la matita, che deve essere quella per sopracciglia, dura al punto giusto per non colare. La parola d’ordine in questo caso è “naturale” quindi attenzione alla scelta del colore (il nero va evitato come la peste perché dà un effetto artificiale). I colori? Eccoli: marrone per le brune, nocciola per le castane, miele per le bionde e rosse, ma anche grigio per chi è biondo cenere o ha i capelli bianchi.

Impara: Ancora qualche dubbio? In questo caso, niente di meglio che copiare: se la prima volta andiamo dall’estetista stiamo attente e cerchiamo di capire come procede: dopo, rifarlo a casa, sarà un gioco da ragazzi… o quasi!

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/sopracciglia-belle-e-curate-in-poche-e-semplici-mosse/

Vuoi avere una pelle bellissima? Ecco come fare

La bellezza parte da dentro e il nostro viso è la manifestazione del nostro stato d’animo, ma anche del nostro stato di salute. Per unʼepidermide tonica e giovane partiamo dalla dieta: ecco gli alimenti da portare in tavola per favorire il benessere e la depurazione.

Ormai lo sappiamo: una corretta alimentazione unita ad uno stile di vita sano sono fondamentali per godere di buona salute e di uno stato di generale benessere. Tuttavia, lo stress e e il ritmo frenetico della nostra vita talvolta ci fa dimenticare questa semplice e antica lezione. A ridosso delle vacanze vediamo quali piccoli accorgimenti è sufficiente prendere per mantenere una pelle tonica e bellissima da sfoggiare ai nostri vicini di ombrellone (e non solo!).

Acqua, acqua, acqua! Non solo di giorno: prendiamo la piccola e sana abitudine di lasciare un bicchiere sul tavolo prima di andare a dormire: ci ricorderà di bere appena svegli, quando abbiamo bisogno di reidratare l’organismo. Acqua tiepida e succo di limone aiutano a eliminare le tossine e disintossicare.

Frutta e verdura: Ricchi di betacarotene, i vegetali di colore giallo, arancione e rosso costituiscono una riserva di vitamine in grado di contrastare l’invecchiamento cutaneo. Un’alimentazione ricca di cibi appartenenti a queste categorie favorisce una pelle giovane e in forma: via libera a carote, pesche, pomodori, peperone, melone e anguria, dissetante e fresca.

Dalla A alla Omega: Dall’alimentazione sana ai cibi che contengono un prezioso alleato per la pelle, l’Omega 3. Salmone, pesce azzurro, ma anche mandorle, noci, nocciole e in generale la frutta secca non devono mancare sulla nostra tavola. Una bella insalata con salmone e noci, oppure una manciata di frutta secca da ersare nel vasetto di yogurt saranno perfetti per mantenere la linea e aiutare la mostra epidermide.

Strategie: La stagione ci viene in soccorso, perché possiamo smorzare l’appetito con le verdure, che sono tante fresche e appetitose. Non dimentichiamo di inserire nel nostro menù l’insalata verde, le verdure da sgranocchiare crude o un pinzimonio perché i vegetali freschi contengono maggiori quantità di vitamine, preziose alleate della nostra bellezza, che tendono a degradarsi con la cottura.

Stop ai dolci: I più acerrimi nemici della nostra bellezza sono i dolciumi, le caramelle, le bibite gassate e i cibi industriali, che contengono alte quantità di zuccheri, grassi e coloranti. Hai poco tempo? Yogurt e frutta, soprattutto l’anguria, sono ottimi per gratificare il palato, idratare il nostro organismo, depurarlo e aiutarci a mantenere un aspetto giovane e fresco.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/vuoi-avere-una-pelle-bellissima-ecco-come-fare/

La cellulite è l’inestetismo più temuto, ma per combatterla occorre conoscerla

Anche quest’anno ci risiamo, la primavera si avvicina e l’incubo cellulite torna a farsi sentire. Non pensare di essere la sola a lottare contro questo inestetismo, perché le statistiche parlano di 8 donne con la pelle bianca su 10 che hanno a che fare con questa fastidiosa compagnia. A te forse interessa solo capire come fare a indossare ancora una volta quel meraviglioso bikini che hai comprato l’anno scorso, ma per riuscire davvero a combattere il “nemico”, devi innanzitutto capire chi è e perché fa capolino sulle tue gambe e sui tuoi glutei. Con il termine cellulite si intende comunemente l’antiestetica “buccia d’arancia” che compare sulle gambe, sui glutei e talvolta sull’addome di molte donne. In realtà si tratta di qualcosa di più di un semplice inestetismo. “La cellulite, in effetti, è una vera e propria malattia che colpisce il tessuto sottocutaneo il quale, per problemi di circolazione locale, di ridotta ossigenazione, di ridotto tono muscolare nonché di ridotta presenza di ormoni tiroidei, assume l’aspetto antiestetico noto come cellulite, dovuto all’aumento del grasso e alle modificazioni della struttura delle fibre tra cui il grasso è stipato” spiega il dottor Stamegna. Non ti preoccupare, non è il caso di buttarsi in noiosissimi discorsi scientifici per dire basta alla cellulite. Bisogna innanzitutto capire che ci sono diversi stadi di questo inestetismo, che corrispondono a diverse alterazioni locali e che hanno differenti prospettive di miglioramento.

cellulite-check-up

Tre tipi di cellulite
Come dice il nome scientifico della cellulite (panniculopatia edematofibro-sclerotica), l’inestetismo che affligge le tue gambe può essere di 3 tipi.

1. Cellulite edematosa
È quella più “giovane”, che in genere colpisce le ragazze e che è fondamentalmente legata a un accumulo di liquidi a livello del tessuto adiposo che si trova appena sotto la pelle, dovuto a un’eccessiva permeabilità dei capillari. È anche la forma di cellulite più facile da trattare e che può regredire.

2. Cellulite fibrosa
Con il passare del tempo il numero delle cellule adipose che si trova sotto pelle aumenta di dimensioni e di volume e si forma la classica buccia d’arancia, che altro non è che il risultato di una fibrosi, in pratica di un indurimento del tessuto sottocutaneo con la formazione di micronoduli. E, in effetti, se si schiaccia la zona colpita dalla cellulite si avverte dolore. La cellulite fibrosa può migliorare ma non scomparire completamente.

3. Cellulite sclerotica
Provoca la pelle “a materasso”, la più difficile da curare. In questo caso le alterazioni riguardano in modo importante anche la circolazione locale. Arriva meno sangue, meno nutrimento, vengono rimosse meno scorie, si riduce l’afflusso di ormoni sciogligrasso e il tono muscolare.

Come sconfiggerla
Sai tutto sulla cellulite e sulle armi per annientarla, ma ti sei resa conto che non sai come mettere in pratica un programma di combattimento? “Niente paura, perché basta seguire alcuni suggerimenti pratici per vedere qualche oggettivo miglioramento già nel giro di un mese” dice il dottor Stamegna.Se il problema sono i liquidi
Questo tipo di cellulite peggiora se ti lasci andare a tavola e/o prendi la pillola, ricordati quindi di seguire una dieta con poco sale.
Dieta
Alla mattina inizia con un caffè, perché secondo le ultime ricerche la caffeina sembra favorire l’eliminazione dei grassi) oppure una tazza di tè (con al massimo un cucchiaino di zucchero), 3 fette biscottate (oppure 2 fette biscottate con marmellata) o una fetta di pane tostato, eliminando il latte. Come spuntino di metà mattina è consigliabile mangiare della frutta o prepararsi un centrifugato di frutta e verdure. A pranzo mangia un piatto ricco di proteine (uova, pesce, carne, formaggi magri), accompagnato da una porzione di verdure e da un piattino di riso integrale. Oppure scegli un piatto di pasta integrale o di farro o di riso con carne alla griglia o gamberetti e pomodorini. O ancora, opta per un’insalatona (attenta però ai cibi salati come tonno, acciughe, olive, ecc.). Alla sera punta su un piatto di proteine animali (pesce, carne magra) in quantità a piacere, preceduto da una piccola porzione di minestrone o zuppa o potage e accompagnato da verdure “verdi”.
Dieta disintossicante
Due o tre giorni alla settimana alterna alla dieta precedente una dieta disintossicante, eliminando i lieviti e riducendo le porzioni. Alla mattina inizia bevendo un bicchiere d’acqua a temperatura ambiente per depurarti. Poi continua con un caffè o con del tè verde, 2 fette biscottate o 2 gallette di riso con la marmellata. Puoi fare uno spuntino con frutta fresca o con un centrifugato di frutta, verdure e zenzero. A pranzo una piccola porzione di carne bianca o pesce accompagnato da riso bollito e verdure. Oppure prendi un piatto di pasta o riso o gnocchi condito con solo olio extra vergine. A cena puoi puntare sempre su minestre e minestroni, accompagnati da pesce o carne. Non usare aceto, dadi, pane e metti sempre poco sale. Dopo cena concediti una tisana senza zucchero, che ti aiuta ad allontanare la voglia di dolce.
Altri rimedi
Integratori, massaggi e moto. Per riattivare la circolazione locale, entra in farmacia e chiedi un integratore ad hoc, a base di rusco, centella, ippocastano, ecc. Puoi chiedere anche un prodotto drenante, per esempio a base di gambo d’ananas (bromelina). Oppure, se ami il naturale, puoi puntare su prodotti fitoterapici o omeopatici specifici per combattere la cellulite. Se li valuti efficaci per la salute delle tue gambe ripeti un ciclo ogni 2-3 mesi. In città spostati camminando o con la bici, almeno 3-4 volte la settimana, oppure iscriviti a un corso di acquagym o di hydrobike. Non ti dimenticare di bere molto (10 bicchieri d’acqua al giorno) per eliminare le tossine. Infine prova a concederti qualche massaggio linfodrenante.

Se la cellulite è fibrosa
Comincia a vedersi la “buccia d’arancia”, senti male se premi delicatamente le cosce: non andare nel panico, la situazione può migliorare.
● Per prima cosa segui per una settimana una dieta disintossicante priva di lieviti: comincerai a vedere i primi risultati dopo qualche giorno perché ti sentirai meno gonfia.
● Continua poi con una dieta cronometabolica, mantenendo la dieta disintossicante il lunedì e il venerdì (prima e dopo il week-end quando sicuramente ti concedi qualche peccatuccio di gola).
● Può essere utile anche applicare tutti i giorni una crema anticellulite attiva contro gli accumuli di grasso.
● Anche gli integratori per riattivare la circolazione locale da prendere per almeno 2 mesi e l’attività fisica costante possono aiutare.
Altri rimedi
Se si ha a che fare con un accumulo di liquidi e di grasso possono servire:
gli ultrasuoni per la lipocavitazione, una metodica che favorisce la “rottura” delle cellule adipose e l’eliminazione del grasso
l’ozonoterapia (che utilizza l’ozono per riattivare la circolazione locale)
la carbossiterapia (che utilizza l’anidride carbonica per riattivare la circolazione)
l’endermologie (una specie di “rullo” che massaggia le zone critiche).
La lipocavitazione, l’ozonoterapia, la carbossiterapia vanno benissimo anche per la cellulite fibrosa. ● Per la riduzione del tessuto adiposo sottocutaneo, dei noduli fibrosi e dell’effetto “buccia d’arancia” è efficace anche il sistema a risonanza elettromagnetica armonica in multifrequenza effettuabile presso i centri estetici. Nel giro di un paio di mesi vedrai risultati evidenti.Se la cellulite è sclerotica
Se stai pensando che ti sei lasciata andare e che ormai non puoi fare più niente contro la tua cellulite sclerotica, non “mollare” perché anche in questo caso puoi cercare di migliorare la situazione.
● Segui una dieta disintossicate per tre settimane e comincia subito con le sedute di lipocavitazione o di altre tecniche che un buon centro estetico ti può proporre. Non dimenticare di muoverti e di prestare attenzione ai “fuori pasto” che possono favorire l’accumulo di grassi e liquidi a livello di gambe e cosce.
● Stai attenta soprattutto agli happy hour, delle vere bombe caloriche e di cibi ricchi di sodio. Durante le tre settimane di dieta disintossicante evitali oppure scegli una spremuta d’arancia come aperitivo.
● In seguito abbi l’accortezza di seguire la dieta disintossicante per un paio di giorni dopo che ti sei concessa qualche trasgressione.

Permalink link a questo articolo: https://dietabenessereebellezza.myblog.it/la-cellulite-e-linestetismo-piu-temuto-ma-per-combatterla-occorre-conoscerla/

Post precedenti «

Carica ulteriori elementi