Trucco » Dieta , Benessere E Bellezza | Dieta , Benessere e Bellezza

Archivio Tag: Trucco

Sopracciglia: belle e curate in poche e semplici mosse

La moda le vuole ben disegnate e dalle proporzioni calibrate al viso: qui i suggerimenti per una sessione beauty fai-da-te.

Incorniciano gli occhi ed regalano equilibrio al volto: le sopracciglia sono ormai sotto i riflettori e sono diventate un elemento di bellezza di primissimo piano. Ecco qualche piccolo trucco per avere le sopracciglia belle e in ordine come farebbe l’estetista!

Adesso abbiamo (ri)scoperto che le sopracciglia ben disegnate, con proporzioni calibrate al volto, fanno la differenza. Nei social impazzano i tutorial e le ragazze ormai non ne possono fare più a meno… una vera addiction, insomma! Proviamo quindi a fare un po’ di chiarezza sui basic per avere delle sopracciglia bellissime (e sentirci un po’ come le star!)

Attrezzati: Per iniziare, occorrono ovviamente specchio, pinzetta e spazzolino per sopracciglia. Prima di tutto, occorre pettinare l’arco verso l’alto e ciò esce dal disegno, sia sopra che sotto, va tolto così da avere un arco deciso e pulito. Per facilitare lo sfoltimento, meglio eseguire l’operazione dopo un bagno caldo che dilata i pori, ricordiamoci sempre di strappare un pelo per volta e nella direzione di crescita. Se il dolore è insopportabile un cubetto di ghiaccio sarà sufficiente ad anestetizzare la parte da depilare.

Modella: La pinzetta è un’alleata e va utilizzata con attenzione: non pensate che si tratti del napalm nella foresta vietnamita! Ciò che conta è eliminare qualche peletto nella parte finale del sopracciglio al fine di creare un leggero rialzo che renda più aperto lo sguardo e più espressivo il volto. Il segreto per avere sopracciglia perfette è disegnarle senza modificare la loro forma naturale e per farlo, l’importante è seguire l’osso facciale dell’orbita dell’occhio.

Focalizza: Non sempre quel che sta bene alle modelle si adatta anche al nostro viso: focalizziamoci dunque sulla forma del nostro volto per intervenire con armonia. No agli archi spigolosi, che restituiscono un’espressione accigliata e induriscono il volto, ma anche alle sopracciglia troppo folte, che appesantiscono lo sguardo, così come a quelle troppo sottili, che invecchiano. Assolutamente da evitare le “sopracciglia piangenti”, cioè quelle all’ingiù perché intristiscono, e quelle molto arcuate che ci fanno sembrare un po’ spiritate e danno un’aria inquietante.
Va sempre tenuta ben pulita la parte tra le due radici, per dare apertura allo sguardo. Attenzione però a non distanziare troppo le sopracciglia: il rischio è di mettere in evidenza il naso e dare un aspetto innaturale al viso.

Trucca: Per riempire i vuoti dopo l’opera della pinzetta si può lavorare con la matita, che deve essere quella per sopracciglia, dura al punto giusto per non colare. La parola d’ordine in questo caso è “naturale” quindi attenzione alla scelta del colore (il nero va evitato come la peste perché dà un effetto artificiale). I colori? Eccoli: marrone per le brune, nocciola per le castane, miele per le bionde e rosse, ma anche grigio per chi è biondo cenere o ha i capelli bianchi.

Impara: Ancora qualche dubbio? In questo caso, niente di meglio che copiare: se la prima volta andiamo dall’estetista stiamo attente e cerchiamo di capire come procede: dopo, rifarlo a casa, sarà un gioco da ragazzi… o quasi!

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/sopracciglia-belle-e-curate-in-poche-e-semplici-mosse/

Contorno occhi: come eliminare le rughe

Fotolia_58937272_Subscription_Monthly_M_faceboxUno dei pochi svantaggi delle vacanze è che le rughette sembrano più profonde, a causa del fatto che la pelle nei solchi non si abbronza e perciò resta un’antiestetica linea pallida. Urge, dunque, un pronto intervento per appianare le linee di disidratazione, con le formule antietà di ultima generazione, che agiscono immediatamente come un vero e proprio filler per “riempire” la ruga dall’interno. I principi attivi più indicati sono l’acido ialuronico, che funziona come una spugna per rimpolpare gli strati della pelle; le vitamine A ed E; gli estratti e gli oli vegetali dall’azione emolliente e protettiva.

 

Occhio alle applicazioni

Il trattamento antirughe per il contorno occhi richiede una gestualità corretta, per agire in modo veramente efficace, ma non soltanto: l’area è così vulnerabile che qualsiasi massaggio va eseguito con estrema delicatezza, per non rischiare irritazioni o gonfiori. Dobbiamo limitarci a picchiettare il prodotto – in minima quantità, pari a un chicco di riso per ogni occhio – usando il dito anulare, per essere sicure di non esercitare un’eccessiva pressione. Inoltre, è molto importante non avvicinarci mai all’occhio, perché nelle ore successive il prodotto può migrare ed entrarvi accidentalmente, causando rossori e gonfiori. Meglio rimanere a un paio di centimetri dalla linea delle ciglia, a meno che sia espressamente indicato diversamente nelle istruzioni.

 

Anche il trucco aiuta

  • No agli ombretti madreperlati, che sono sempre artificiosi e hanno la capacità di evidenziare ogni minima imperfezione e rughetta.
  • Da preferire sono invece le polveri satinate, che danno un risultato semi-trasparente e molto naturale.
  • Sì ai toni caldi (beige, tortora e marrone) in tutte le nuance, sì ai tonifreddi (blu, viola, grigio) purché in tonalità pacate, intense e mai squillanti.
  • Sì a una sottile riga tracciata con la matita al posto dell’eyeliner, per un effetto più morbido che non rischia di indurire l’espressione. È però meglio non evidenziare la linea di attaccatura delle ciglia se la palpebra superiore tende a cedere: il difetto verrebbe accentuato.
  • Sì al mascara nero a effetto incurvante, applicato solo sulle ciglia superiori, per “aprire” lo sguardo.
  • Sì a sfoltire e definire le sopracciglia: un’arcata ben accentuata regala l’illusione di palpebre toniche e “liftate”, e lo sguardo appare ringiovanito.
  • No al trucco sulla palpebra inferiore: borse, occhiaie e linee di disidratazione sarebbero subito al centro dell’attenzione. Basta un velo di correttore e, per chi ha le ciglia rade, un tratto di matita.

Quali trattamenti usare

Oltre ai classici trattamenti antirughe per il contorno occhi, per un effetto “plumping” immediato ci sono le formule ad azione istantanea, che minimizzano le linee di disidratazione sia con attivi ad azione rapida, sia con polveri che agiscono otticamente creando un effetto “soft-focus” che riflette la luce. Così le rughe sono meno evidenti subito, e piano-piano diventano meno profonde. Importantissimo è però l’utilizzo costante delle formule per la routine quotidiana; a queste possono aggiungersi le mascherine specifiche, nella forma di garze imbevute di principi attivi idratanti ed emollienti.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/contorno-occhi-eliminare-le-rughe/

Make up: come truccarsi sotto il sole e per la spiaggia

Valorizzare il proprio viso e nascondere con il giusto make up i piccoli difetti della pelle anche sulla spiaggia o nelle giornate più afose: fino a qualche tempo fa era un vezzo che si pagava con il rischio di trovarsi sbavature di mascara e colorito a macchie per colpa del sudore e dei tuffi in mare. Ora i nuovi cosmetici rendono l’operazione trucco molto più precisa anche sotto il solleone e, anzi, permettono di prendersi cura della pelle anche mentre prendiamo la prima tintarella, regalandoci nello stesso tempo un volto impeccabile.

Anche se, nelle giornate di grande caldo e sotto l’azione dei raggi solari l’ideale è sempre presentare una pelle il più possibile pulita e al naturale, le case cosmetiche nelle ultime stagioni hanno messo a punto linee di prodotti ad hoc per la spiaggia, con cosmetici a prova di sudore e di tuffi tra le onde, che contengono anche filtri solari in grado di proteggere dai raggi ultravioletti. Si può scegliere la linea e la palette di colore che preferiamo, ma è una buona idea privilegiare le nuances più in linea con il nostro incarnato, per un effetto naturale e semplice. Da un lato è giusto cercare di correggere le piccole imperfezioni dell’epidermide nell’attesa che il sole faccia la sua parte nel regalarci un aspetto riposato e luminoso, ma dall’altro è bene ricordare che l’informalità della spiaggia stride con un trucco troppo elaborato. Meglio quindi limitarsi a un make up curato, ma veloce ed essenziale, riservando i look più sofisticati per le occasioni serali.

La prima accortezza è preparare la pelle al trucco con una pulizia perfetta, seguita da una adeguata idratazione a base di prodotti con una texture leggera. Il fondotinta deve essere un prodotto appositamente studiato per la spiaggia, a massima tenuta e in grado di resistere al calore e a prova di solleone. Sceglietene uno che contenga un buon filtro solare, adatto al vostro fototipo, e di colore adatto al vostro incarnato e stendiamolo in modo che risulti perfettamente uniforme. Meglio evitare i prodotti troppo grassi: i migliori sono quelli fluidi che si applicano facilmente. No alla cipria, da sostituire con un velo di blush sulle guance o con una spolverata di terra abbronzante.

Per truccare gli occhi è imperativo usare cosmetici waterproof, per evitare l’”effetto panda” dopo il primo tuffo. Ancora una volta, meglio puntare su un effetto naturale, con un ombretto cremoso in una nuance non troppo elaborata: meglio il rosa, il cipria, il beige o il dorato, per dare luce allo sguardo senza appesantirlo. Meglio evitare la matita, che non ha una buona tenuta all’acqua e al caldo, e limitarsi a un buon mascara antiacqua, per dare volume alle ciglia senza appesantire lo sguardo. Sì eventualmente anche a un tocco di eyeliner.

Per le labbra, scegliamo un rossetto o un gloss idratante con un buon fattore protettivo, perché le labbra sono un punto molto delicato che si scotta facilmente. Ricordiamoci questa regola di massima: se abbiamo mantenuto un make up leggero per il resto del viso, possiamo scegliere una nuance un po’ più brillante per le bocca, per farne il punto di attrazione del volto. Se al contrario abbiamo optato per un ombretto più squillante, saranno gli occhi il nostro punto di attrazione mentre ci limiteremo a tonalità più neutre per le labbra.

Da non dimenticare, invece, manicure e pedicure: qui l’estate invita a osare con toni accessi, nail art fantasiose e anche un pizzico di stravaganza.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/make-up-come-truccarsi-sotto-il-sole-e-per-la-spiaggia/

Tonificante e stimolante, l’olio essenziale di patchouli per pelli morbide e lucenti

C_4_articolo_2059438_upiImageppHa un aspetto cespuglioso e il suo fusto può raggiungere circa 75 centimetri in altezza. Il suo profumo particolare e intenso fa di questa pianta piuttosto pregiata una delle più usate nella cosmesi. Stiamo parlando del Patchouli, o meglio, dei suoi olii essenziali. I benefici sembrano derivare proprio dal suo odore, infatti, pare che la vibrazione olfattiva resa dal fitocomplesso sia utilizzata come blando ansiolitico, utile per combattere stati d’ansia e tensione.

Il patchouli è una pianta della famiglia delle Lamiacee, che nasce nelle regioni tropicali dell’Asia e viene coltivata intensivamente in Cina e nelle Filippine, e produce piccoli fiori bianchi-rosa chiaro, con striature rosse. Come la maggior parte delle essenze, l’olio essenziale di patchouli viene estratto per distillazione frazionata in corrente di vapore dei suoi componenti verdi. Il suo utilizzo nella cosmesi avviene proprio grazie al suo profumo particolarmente intenso e forte.

L’essenza vanta proprietà rigeneranti, rinfrescanti, riequilibranti e potenzialmente afrodisiache. Il patchouli presenta delle capacità idratanti e rigeneranti, per questo è usato anche come un ottimo prodotto per riequilibrare lo stato della cute. Per ottenere un buon risultato basterà aggiungere in 50 ml di crema idratante circa 30 gocce di olio essenziale, e mescolarle. Si può usare fino a due volte al giorno e i risultati saranno visibili sin da subito, la pelle apparirà lucente e morbida.

L’estratto alcolico di patchouli vanta proprietà moderatamente antinfiammatorie, decongestionanti venose; in Oriente, l’olio essenziale di patchouli viene ampiamente utilizzato anche in ambito medico, per contrastare dolori reumatici, articolari, mal di testa, mal di stomaco e nausea.
Per questo viene usato anche come profumazione di ambienti.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/tonificante-stimolante-lolio-essenziale-patchouli-pelli-morbide-lucenti/

Il mascara fatto in casa per ogni occasione

L’estate ha sicuramente visto spopolare il mascara colorato, ma anche nei mesi più freddi continuerà la sua ascesa nell’importanza del make-up, magari con colori meno accesi. Che sia di moda o necessità, anche l’idea di risparmiare e provare a “farli in casa”. Il metodo è facile ed economico, e possiamo avere in poco tempo ogni colore per ogni occasione e umore.

mascara-tips-art_0

Ecco gli “ingredienti”: una buona base per mascara, di quei mascara bianchi che si usano molto, in questo periodo. Per il colore dovremo usare pigmenti in polvere, di qualsiasi colore a vostra scelta. L’importante è che sia molto pigmentato, così da ottenere un buon colore. Per mescolare il tutto si avrà bisogno di una piccola spatola, che sia di plastica o metallo andrà bene comunque.

Per lo scovolino prendete e lavate un vecchio mascara, facendo attenzione che non restino residui di colore. Ora procediamo: prendere la base per il mascara e prendere con la spatola dallo scovolino la quantità che potrà servirci per un’applicazione. Metterlo su una superficie liscia, anche la comune carta da forno. Aggiungere qualche pigmento colorato e mescolare il tutto finché non otteniamo il colore intenso, così come lo desideriamo. È importante che sia uniforme. La polvere va aggiunta poco alla volta, per evitare che il mascara diventi troppo denso.

Ora tutto è pronto. Basterà immergere lo spatolino pulito e applicare il mascara colorato sulle ciglia. E se non vi piace, si può sempre rifare l’operazione e cambiare colore. Un modo semplice per cambiare look in ogni momento della giornata.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/il-mascara-fatto-casa-occasione/