Corpo » Dieta , Benessere E Bellezza | Dieta , Benessere e Bellezza

Archivio Tag: corpo

Dieta per una abbronzatura perfetta

Cosa mangiare per avere un’abbronzatura perfetta? Fondamentale è appunto la scelta degli alimenti che favoriscano la produzione di melanina. Essenziali sono la vitamina A, la vitamina E e la vitamina C, molto importanti per la salute della pelle. Queste vitamine vanno quindi assunte in abbondanza nel periodo estivo, soprattutto durante l’esposizione al sole. Queste vitamine aiutano infatti a proteggere la pelle dai danni dei raggi del sole, a mantenerla elastica e sana e ad evitare le scottature.
2638491517
Via libera a verdura e frutta, protagonisti dell’estate come abbiamo visto in numerose diete, come quella del melone e dell’anguria. Vi propongo un menù d’esempio con i cibi amici dell’abbronzatura: potete seguirlo a piacimento e vedrete che vi sarò molto più facile ottenere una bella abbronzatura.
Colazione: yogurt magro con cerali integrali ed una spremuta di arancia.
Spuntino di metà mattina: frutta fresca di stagione, meglio se di colore giallo-arancio.
Pranzo: un’insalata fresca con verdure di stagione oppure un piatto di verdure alla griglia. Frutta a volontà.
Spuntino di metà pomeriggio: un bicchiere di succo di mirtillio.
Cena: pasta integrale condita con pomodoro fresco e basilico.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/dieta-per-una-abbronzatura-perfetta/

Pelle: quel che cʼè da sapere per conservare la bellezza dopo i 30

Qualche solco si fa vedere? Il make up non “regge” più come prima? Niente paura: ecco come conservare un aspetto giovane e fresco.

Non è mai troppo presto perchè prendersi cura della pelle ora farà la differenza anche sulla bellezza futura. Con corrette abitudini e trattamenti giusti, si può contrastare efficacemente il fisiologico processo di invecchiamento: ecco qualche suggerimento per non temere gli effetti del tempo.

Ammettiamolo: dopo i trent’anni quasi ci mancano i problemi tipicamente giovanili, come l’acne per esempio, che tanto ci affligeva da ragazze. La comparsa di un brufolo ci metteva ko, una vera iattura soprattutto in vista di un incontro galante.

 

Trattamento-bellezza
Arrivate a questa fase della vita dobbiamo iniziare a pensare al futuro e le attenzioni da dedicare alla nostra pelle diventano fondamentali per il rinnovamento cellulare e per prevenire il progressivo processo ossidativo. Del resto, è proprio a partire dai 30 anni che iniziano a formarsi le prime, piccole rughe, vero e proprio segnale d’allarme. Ecco allora i consigli di bellezza per mantenere giovane l’epidermide il più a lungo possibile.

Siamo quello che mangiamo: a partire dai 25 anni, pur senza particolari stress, la pelle inizia il suo lento processo di invecchiamento. Possiamo però mitigare l’intensità e gli effetti di questo processo (visibili già dai 30 anni) non solo con un costante livello di idratazione, ma anche con una alimentazione corretta. Al fine di mantenere la pelle sempre ben idratata, l’ideale è puntare su una dieta il più possibile ricca di verdura e frutta, di prodotti freschi, integrali e senza conservanti.

– Questione di stile: se la nostra pelle risente dello stress del nostro stile di vita, alla corretta alimentazione vanno associati trattamenti idratanti e riequilibranti. Dormire poco, lavorare tanto, concedersi un drink non sono esattamente quel che ci vuole per una epidermide soda e luminosa. Bando dunque agli aperitivi a base di sostanze alcoliche e sì invece a spremute o succhi, discoteca solo qualche volta e soprattutto un po’ di camminate all’aria aperta per ossigenare al meglio la nostra epidermide.

– Guardare avanti: dai trent’anni in poi la pigrizia non è contemplata quando si parla di cura della pelle. La costanza nel curare la propria pelle, prevenendo la formazione di radicali liberi, è fondamentale, anche se sembra prematuro. I risultati dei trattamenti costanti iniziati sin da adesso, infatti, si vedranno con grande soddisfazione a posteriori, quando a partire dai tenutissimi 40 anni le rughe diventeranno – ahinoi – naturalmente più evidenti. Ma non basta: studi recenti hanno evidenziato l’importanza di tenere sempre ben attivo il sistema immunitario epidermico che agisce da barriera contro stress e attacchi esterni, perciò ben vengano prodotti antietà specifici e agli antiossidanti naturali.

– Tintarella di luna? non abbronza, è vero, ma certamente non fa danni! Il sole, invece, è super dannoso e quindi, se siamo amanti della tintarella, ricordiamoci di stare poco al sole, di evitare esposizioni nelle ore più calde, ma soprattutto difendere sempre la pelle con un fattore protettivo elevato. In questo modo potremo contrastare l’accumulo di melanina che dà luogo alle antipatiche macchie dermiche e prevenire danni cutanei anche importanti. Non smettiamo di ricordare che l’azione combinata di raggi UVA, UVB e infrarossi su una pelle non protetta può creare a lungo andare effetti altamente dannosi, come una notevole produzione di radicali liberi, responsabili di alterazioni a carico del DNA, fino alla mutazione genetica con conseguente formazione del cancro cutaneo.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/pelle-quel-che-c%ca%bce-da-sapere-per-conservare-la-bellezza-dopo-i-30/

Fragole: frutto salutistico, ma attenzione all’acquisto

La fragola è un vero e proprio capolavoro della natura grazie al suo speciale profumo, sapore e colore. Diversamente da quanto si possa pensare, la fragola è un falso frutto perché ciò che noi mangiamo è in realtà il ricettacolo del fiore che cresce fino a diventare la parte rossa che possiede una consistenza carnosa, quindi rappresenta un contenitore dei veri frutti detti acheni, ovvero i piccoli granelli posizionati sulla superficie che, a loro volta, racchiudono un piccolissimo seme.

806616318

Proprietà nutrizionali

La ricchezza in vitamina C, di sali minerali (calcio, ferro, fosforo e potassio), di antiossidanti (tannini e flavonoidi), di fibre e di acqua fanno della fragola un frutto speciale, adatto anche per coloro che stanno a dieta. Il sapore leggermente acidulo è dovuto alla presenza di diversi acidi tra i quali l’acido salicilico che ricordiamo essere il principio attivo di diversi farmaci. Grazie proprio alla ricchezza in acidi, la fragola può essere mangiata tranquillamente da chi soffre di iperuricemia e gotta. Diverse ricerche stanno vagliando l’ipotesi che questo frutto possa avere delle proprietà antitumorali grazie alla presenza di flavonoidi, i quali sono dei importanti antiossidanti capaci di ridurre il rischio di patologie cardiovascolari in quanto inibiscono l’ossidazione del colesterolo LDL, favoriscono la stabilità della placca ateromatosa, migliorano la struttura della parete dei vasi sanguigni contribuendo così anche a ridurre il rischio di trombosi. Per la presenza però dei semi, le fragole non sono indicate per coloro i quali soffrono di diverticolite, ulcere e colite. Spesso nei soggetti più sensibili, le fragole possono causare eruzioni cutanee (ponfi, eritemi) probabilmente per la presenza di aminoacidi liberi che vengono trasformati a sua volta in ammine. Per questo motivo il consumo di fragole viene sconsigliato nella prima infanzia e nei soggetti che presentano deficit immunitari.
Proprietà terapeutiche
Non solo la polpa, ma anche radici e foglie possono essere usate per risolvere alcuni piccoli problemi:
Le foglie hanno proprietà sia astringenti che diuretiche: possono essere infatti usate per la preparazione di tisane ed infusi. Se invece vengono pestate in modo da ridurle in poltiglia e applicate su ulcere o scottature solari, possono aiutarci a risolvere in modo naturale questi problemi perché capaci di dare degli ottimi risultati. Le foglie possono essere usate anche per insaporire la carne.
Le radici, se masticate, ci aiutano a preservare la salute delle gengive. Sono anche utili per la preparazione di decotti usati per fare dei gargarismi in caso di infezioni a livello della mucosa orale e della faringe. Per la preparazione del decotto sono necessari circa 1,5 gr di radici per una tazza di acqua.
La polpa, ridotta in poltiglia e lasciata sul viso per circa 15 minuti, è utile nel caso di pelle ruvida; inoltre, svolge un’azione antinfiammatoria, schiarente ed emolliente. Questa applicazione è però sconsigliata per i soggetti che soffrono di couperose.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/fragole-frutto-salutistico-ma-attenzione-allacquisto/

Emily Ratajkowski, red carpet a Cannes con cellulite

Emily Ratajkowski è sen za dubbio tra le donne più belle del mondo, e in questi giorni non è difficile avvistarla o vederla sul red carpet di Cannes per il Festival del Cinema. La bellissima è stata avvistata dai paparazzi sulla piscina del suo hotel, l’Eden Roc, mentre passeggia e prende il sole in compagnia.

C_2_fotogallery_3011944_4_image

 

Costume verde acqua difficile da immaginare su un fisico meno perfetto del suo, fisico  malpensanti non hanno potuto fare a meno di notare un’imperfezione: un’ombra di cellulite?

A noi sembra ugualmente stupenda, ma se anche fosse potrebbe essere la sola riprova del fatto che nonostante sembri provenire da un altro pianeta, forse è umana anche lei.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/emily-ratajkowski-red-carpet-a-cannes-con-cellulite/

Rihanna come Kim Kardashian? La cantante è fuori forma e con i segni della cellulite

Rihanna, si è concessa un periodo di relax. La  cantante si trova in un resort di lusso a Puerto Vallarta in Messico.

cats-10

Il paparazzo ha immortalato la bellissima cantante in bi ki ni e a vederla bene, è davvero lontano dall’immagine super h 0t che abbiamo tutti della pop star. I rotolini e la cellulite, la fanno da padrona a differenza degli sca tt i che abbiamo sempre visto sui social.

 

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/rihanna-come-kim-kardashian-la-cantante-e-fuori-forma-e-con-i-segni-della-cellulite/

Ashley Graham, la modella oversize a tutte le donne: “Non vergognatevi del vostro corpo”Ashley Graham, la modella oversize a tutte le donne: “Non vergognatevi del vostro corpo”

ashley_grahamAddio anoressia e rischi per la salute: il mondo della moda, già da tempo, ha iniziato ad andare oltre la taglia 40. Sono sempre più le modelle cu. r. vy, che con le loro forme gen. erose valorizzano abiti e accessori. Tra loro, quella più in voga a livello mondiale, almeno negli ultimi mesi, è la statunitense Ashley Graham. Un modello per tante ragazze che vivono con disagio il proprio corpo a causa dei chili in più e della cellulite.

Come riporta l’Huffington Post, Ashley ha partecipato alla 25ª edizione di Urban Art Partnership, rispondendo alle domande di alcune adolescenti: «Servono più donne che dicano ‘Ok, ho la cellulite, anche sulle braccia, e il mio sedere ha una forma strana ma lo ostenterò al mondo’. La mia carriera è una testimonianza di come il mondo della moda stia cambiando, e questo può aiutare tutte voi a non vergognarvi del vostro corpo».

La modella ha anche spiegato la propria vicenda personale: «Ho realizzato un sogno, ma ricordo ancora le prese in giro, i nomignoli, i fidanzati che mi hanno lasciata nel timore che ingrassassi ancora di più. Tutte noi, da piccole e da adolescenti, abbiamo vissuto certe situazioni».

Il disagio, però, può essere facilmente sconfitto: «Mi capita ancora di svegliarmi, vedermi allo specchio e pensare: ‘Sono la donna più grassa del mondo’. Ma poi rifletto e dico tra me e me: ‘Vai avanti. Sei coraggiosa, sei brillante, sei bellissima’».

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/ashley-graham-la-modella-oversize-a-tutte-le-donne-non-vergognatevi-del-vostro-corpoashley-graham-la-modella-oversize-a-tutte-le-donne-non-vergognatevi-del-vostro-corpo/

La dieta dello zenzero, il nuovo trend non convince gli esperti: ecco perché

Dimagrire-con-lo-zenzero_o_su_horizontal_fixedL’ultima moda in fatto di diete è lo zenzero. La spezia sembra curare tutti i mali, dal sovrappeso alla pesantezza. Sempre più spesso lo zenzero viene utilizzato nelle nostre cucine: fresco o essiccato per insaporire il cibo, come tisana o decotto.   La spezia, oltre al sapore piccante, vanta infatti anche innumerevoli proprietà curative e benefiche. Insomma, quasi un toccasana per la salute. Sarà vero? Non tutti ne sono convinti. In particolare gli esperti (dietisti e nutrizionisti) che sembrano nutrire forti dubbi circa i benefici della cosiddetta ‘Dieta dello Zenzero’.

Nulla da dire su determinate proprietà benefiche della pianta. La radice speziata dello zenzero, pianta erbacea delle Zingiberaceae (la stessa famiglia del Cardamomo) originaria dell’Estremo Oriente, vanta infatti proprietà antiossidanti drenanti e analgesiche. Il problema? Mancano ancora prove scientifiche che ne attestino i benefici dopo un utilizzo frequente.  Secondo il nutrizionista Pietro Migliaccio, presidente della Società italiana di scienza dell’alimentazione (Sisa), lo zenzero “servirebbe a variare un regime alimentare puntando su una variazione di sapori”. E riguardo al basso apporto calorico della radice, il nutrizionista sottolinea come in realtà “si usi una così piccola quantità di questa spezia all’interno delle ricette alimentari da renderne irrilevante il consumo”. E le proprietà antiossidanti?  “Lo zenzero – continua l’esperto – ha capacità antiossidanti come altri cibi, né più e né meno”. Non ci sarebbero infine, neanche particolari controindicazioni per chi volesse introdurlo all’interno della propria dieta alimentare. “L’uso dello zenzero – conclude Migliaccio – è controindicato solo nei casi di gastriti e ulcere, ma non per chi soffre di problemi cardiovascolari”.  A ridimensionare gli effetti ‘miracolosi’ di un’alimentazione ricca di zenzero è anche Michele Carruba, direttore del centro di ricerca e studio sull’obesità dell’università di Milano: “Non si può parlare propriamente di effetti depurativi della radice in termini medici”.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/la-dieta-dello-zenzero-il-nuovo-trend-non-convince-gli-esperti-ecco-perche/

Riprendere lo sport, un classico buon proposito post-estate

Se in estate hai smesso di fare sport, al rientro dalle vacanze non faticherai molto a ritrovare la tonicità muscolare. Sì, perché fortunatamente i muscoli hanno memoria, come se “ricordassero” l’allenamento fatto in precedenza. Il tessuto muscolare ha la capacità di rispondere con molta prontezza alle sollecitazioni della ripresa sportiva indipendentemente dalla lunghezza del periodo di inattività.

Se si è abituati a fare movimento con regolarità, inoltre, le notizie sono ancora più promettenti: tendini, legamenti ed articolazioni restano efficienti a lungo, anche in assenza di sport, consentendo una ripresa in poco tempo. Nel giro di due settimane, il corpo torna come prima della pausa dallo sport.

Se però il periodo di pigrizia ha superato i 3 mesi, è bene ripartire per gradi: meglio non forzare i tempi, costringendosi a correre per 45 minuti o a saltellare in una sala d’aerobica a ritmo sostenuto. È bene fermarsi, appena il fiato scarseggia o ci si sente mancare le forze. E non disdegnare mai i famosi tempi di recupero tra un allenamento e l’altro, che danno il tempo, appunto, ai muscoli di “ricompattarsi” e al metabolismo di attivarsi.

Vietato, dunque, andare in palestra tutti i giorni o correre per un’ora se si è fermi da un po’: oltre a muscoli e tendini, rischi di danneggiare le articolazioni. Per riscaldarti, evita l’ansia da velocista che ti porta ad accelerare come se dovessi rincorrere qualcuno. Alterna invece la marcia sul posto (o sul tapis roulant o su strada) alla corsa: in questo modo abituerai gradualmente i muscoli all’impatto con il terreno, e inizierai l’allenamento vero e proprio con energia. Il rischio infatti è anche quello di partire già stanchi.

sport-fitness

Spesso ci si motiva a riprendere l’attività fisica, regalandosi un paio di scarpe da ginnastica o un nuovo completino fitness. Ma, esaurito l’entusiasmo del nuovo acquisto, può non bastare a vincere la pigrizia. E se invece ti regalassi qualcosa di allettante, come un gadget tecnologico a cui miri da tempo, una borsa di lusso oppure un oggetto da design per la casa? Ovviamente, il premio vale solo a obiettivo ginnico raggiunto, e soprattutto se si è costanti nel perseguirlo. Altrimenti è solo una spesa in più e non la molla che rafforza la volontà.

Una motivazione in più per riprendere tuta e scarpette? I benefici al metabolismo, che si velocizza grazie allo sport. Infatti quando si fa movimento (con regolarità) si incrementa la massa muscolare, a dispetto di quella grassa: i muscoli, per il solo fatto di esistere, sono caratterizzati da un metabolismo più attivo, anche a riposo. Strano, ma è così. Ecco, perché chi sospende l’allenamento continua a bruciare calorie con velocità. A patto di non smettere del tutto.

Infine, una buona compagnia motivata a muoversi aiuterà a riprendere il ritmo sportivo per indossare i gli abiti delle nuove collezioni senza antiestetiche strizzature.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/riprendere-lo-sport-classico-buon-proposito-post-estate/

Il mascara fatto in casa per ogni occasione

L’estate ha sicuramente visto spopolare il mascara colorato, ma anche nei mesi più freddi continuerà la sua ascesa nell’importanza del make-up, magari con colori meno accesi. Che sia di moda o necessità, anche l’idea di risparmiare e provare a “farli in casa”. Il metodo è facile ed economico, e possiamo avere in poco tempo ogni colore per ogni occasione e umore.

mascara-tips-art_0

Ecco gli “ingredienti”: una buona base per mascara, di quei mascara bianchi che si usano molto, in questo periodo. Per il colore dovremo usare pigmenti in polvere, di qualsiasi colore a vostra scelta. L’importante è che sia molto pigmentato, così da ottenere un buon colore. Per mescolare il tutto si avrà bisogno di una piccola spatola, che sia di plastica o metallo andrà bene comunque.

Per lo scovolino prendete e lavate un vecchio mascara, facendo attenzione che non restino residui di colore. Ora procediamo: prendere la base per il mascara e prendere con la spatola dallo scovolino la quantità che potrà servirci per un’applicazione. Metterlo su una superficie liscia, anche la comune carta da forno. Aggiungere qualche pigmento colorato e mescolare il tutto finché non otteniamo il colore intenso, così come lo desideriamo. È importante che sia uniforme. La polvere va aggiunta poco alla volta, per evitare che il mascara diventi troppo denso.

Ora tutto è pronto. Basterà immergere lo spatolino pulito e applicare il mascara colorato sulle ciglia. E se non vi piace, si può sempre rifare l’operazione e cambiare colore. Un modo semplice per cambiare look in ogni momento della giornata.

Permalink link a questo articolo: http://dietabenessereebellezza.myblog.it/il-mascara-fatto-casa-occasione/